Nell’anno in corso, ho tenuto finora le seguenti conferenze:

14 agosto, “Abbiamo perduto prima di tutto un poeta!: così si è espresso testualmente Alberto Moravia nella sua orazione in morte di Pier Paolo Pasolini. In prossimità del trentacinquesimo anniversario della tragica scomparsa del grande scrittore e regista, eccoci pertanto a riflettere sulla sua preveggente poesia civile (1957-1968); dalla quale prende le mosse la formidabile energia del saggista corsaro del decennio successivo”: tale conferenza si è svolta a Toffia, in provincia di Rieti, in occasione della settima edizione della mostra itinerante di Poesia in libertà, organizzata da Paolina Carli; all’interno del Festival dei Centri Storici della valle del Farfa;

23 novembre, in Ciampino (Roma) -dove Pier Paolo Pasolini insegnò prima del grande successo di RAGAZZI DI VITA, il romanzo pubblicato nel 1955- presente Silvio Parrello, ho parlato ancora della poesia civile del grande scrittore e regista.

9 dicembre, in Roma, presso La Sapienza Università di Roma, Teatro della Casa dello Studente, ho ricordato -su iniziativa del poeta Claudio Monachesi- l’alto magistero letterario di Giuseppe Ungaretti, nel quarantesimo anniversario della sua scomparsa (assieme a Niccolò Carosi, Letizia Tavani, Antonio de Simone, Massimo Palmieri, Annalisa Altomare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.