ALLA MEMORIA DI SATNAM SINGH

SATNAM

             

 

Tu creatura -d’immondizia sacco

con il braccio tranciato accanto- fermati

 

non dileguarti nella esecrazione

volatile che spopola oggigiorno

 

trasformati in boato persistente

nel baco più ingegnoso della Rete

 

al sole si anneriscono i meloni

che sanno il prezzo dello sfruttamento

 

ma il kiwi dalla polpa sanguinante

è una primizia dell’Agro Pontino

 

                                                                                                                                  17 giugno 2024

 

versi inediti di Andrea Mariotti

 

 

2 commenti su “ALLA MEMORIA DI SATNAM SINGH

  1. Marina Petrillo

    Esiste un clamore avverso alla vita silenziosa dei “piccoli esseri”, svenduti all’indocile mondo della servitù economica. Lasciano una scia misteriosa tra i carnefici di lingue babeliche che, non conoscono l’umano idioma né, tanto meno, la crisalide linguistica aspirante a farfalla . Non ha alleati l’orrore se la voce proclama l’empietà del gesto. Andrea Mariotti, come antico filosofo stoico, sempre depone l’arguzia della sua parola declinandola in una semiotica affilata, traslucida, irrituale. Poiché il nulla, già ci appartiene…
    Marina Petrillo

  2. andreamariotti Autore articolo

    Un ringraziamento sentito a Marina Petrillo, poetessa d’alta statura, per questo suo profondo e limpidissimo commento.
    A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.