…ecco una possibile reazione dopo la scomunica di questi giorni (non da parte della Chiesa) ad opera della Confindustria e della stampa moderata del Belpaese nei riguardi dell’Unto del Signore: più che mai allergico alle dimissioni obtorto collo (forse non concepibili per Lui su questa terra)…chi vivrà, vedrà…

4 commenti su “

  1. Bianca 2007

    Quadruccio molto rappresentativo per un Unto Del Signore.
    Un solidale ciao a te, Andrea, mentre auguro che gli Unti cedano il passo alla sovranità del popolo sul fondamento consapevole della nostra Carta Dei Diritti (Costituzione).Mirka

  2. andreamariotti Autore articolo

    Mi trovo in totale accordo con quanto scrivi, cara amica. Un abbraccio.

  3. roberto de luca

    Caro Andrea, è quanto mai singolare l’associazione di un certo manovratore, accusato di intrighi politico finanziari che a un certo punto sembrano essere entrati prepotentemente nella vita degli italiani sotto forma di gossip, con, dicevo, il pupazzo presentato su questo blog. L’ovale del viso, marrone e finto, lo rappresenta alla grande, mancano forse gli occhi a mandorla venutigli dopo tanti particolari stiramenti e lifting facciali, ma la cosa che colpisce di più, ovviamente, sono i capelli verdi dritti come spaghetti dopo le scomuniche a lui perpetrate dalla Confindustria guidata dalla saggia e disillusa Marcegaglia nonché dalle varie testate giornalistiche… D’altronde L’Unto del Signore, iconograficamente parlando, per gli spiriti più attenti e osservatori, si era già dimostrato Unto, nel momento in cui, durante non ricordo quale campagna elettorale, si era messo in mostra in manifesti con uno sfondo celestiale, proprio come quelli riscontrati in alcune immagini rappresentanti i Santi più svariati.. Con affetto, Rob.

  4. andreamariotti Autore articolo

    Cosa aggiungere, caro Roberto, a quanto scrivi? forse la famosa considerazione di Ennio Flaiano, più che mai attuale, credo: “la situazione è disperata…ma non seria!”. Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.