2014-01-11 13.02.29

 

E’ scomparso oggi a Roma a pochi giorni dal suo novantottesimo compleanno,  Arnoldo Foà.  Attore, regista, pittore, scultore e poeta, ha segnato veramente in più direzioni la storia del nostro Novecento. A me è stato da sempre particolarmente caro per quella sua caldissima voce davvero al servizio dell’intelligenza delle poesie di vari autori (da lui splendidamente lette senza gigioneggiare).  Ho tra le mani un suo cd, In compagnia di Arnoldo Foà, che comprende dodici poesie vivificate dalla sua voce (da Giovanni Berchet a Shakespeare)…per non dire poi, di una registrazione indimenticabile della sua lettura del leopardiano Canto notturno di un pastore errante dell’Asia… segnalo a questo punto una intervista di Foà concessa a Giancarlo Dotto de LA STAMPA il 27.8.2007 e riproposta oggi dall’edizione on line del quotidiano torinese…arguzia tagliente fin dal titolo di essa: ”L’umanità scompare. E io rido”. Ti sia lieve la terra, carissimo Arnoldo (in tuo onore, questa mia foto).

8 Responses to “”

  1. Bianca 2007 ha detto:

    Un’altro grande si è fatto semenza preziosa per la terra. L’augurio che qualcuno raccolga il suo lascito. Ne faccia la stessa opera d’amore, con la stessa umanità con la quale Arnoldo scavò terra e cielo, col suo impegno serio, costante, civile. Mirka

  2. andreamariotti ha detto:

    La risposta più spontanea sarebbe quella di dire no, i tempi attuali non sono in grado di esprimere ingegni così polivalenti ed alti. Ma fermiamoci qui. Confrontiamo in breve le letture dei grandi poeti fatte da Foà con quelle di Albertazzi, Gassman ed altri…che differenza a livello di intelligenza dei testi, a parer mio e non soltanto mio!

  3. simo's ha detto:

    Un personaggio che anch’io personalmente ho avuto la fortuna di incontrare anche per studi italiani e di apprezzare per la vocalita’ letteraria. Foa’, voce indimenticabile, nell’opera teatrale che ricordo insieme a tanti altri appassionati talenti. Semplicemente, voglio dire questo: “giusta dedica” dal presente blog! condivido interesse anche se triste, Simona

  4. Non era solo la voce incomparabile e unica! Ma l’Anima del poeta a parlare, a cogliere fior da fiore i più bei testi e diffonderli al mondo: Quando egli leggeva “poesia” la sua voce si trasfigurava, era l’angelo del suo genio poetico a profferire note celestiali al mondo. Ora non c’è più, la sua inconfondibile voce, ci segua per sempre…Addio Arnoldo, sii felice sui sentieri di un mondo migliore…

  5. andreamariotti ha detto:

    Commosso pubblico il commento dell’insigne poetessa Ninnj Di Stefano Busà in memoria di Arnoldo Foà. Un commento che veramente dà conto del patrimonio spirituale, prima ancora che strettamente culturale, a noi trasmesso dal grande artista scomparso.

  6. andreamariotti ha detto:

    Quando un artista di tale spessore ci lascia, cara Simona, siamo davvero toccati profondamente e cerchiamo di ricordarlo come possiamo.

  7. Di Arnoldo Foà conservo come una reliquia una nota critica che egli aveva voluto esprimere sulla mia poesia. Oggi più che mai mi è di conforto la sua eloquente, inesauribile verve, quella cara voce che sapeva tanto bene recitare la Poesia…il suo ricordo mi commuove ancora…una grande persona, un uomo eccellente con una preparazione versatile che sapeva regalare grandi momenti, non solo nella recitazione, ma anche nei vari generi dello scibile umano…lo sapevate che era anche scultore? Un uomo poliedrico come non ce ne sono tanti. Addio, Arnoldo, che la luce ti accompagni…

  8. andreamariotti ha detto:

    Con grande piacere ricevo questo ulteriore e significativo commento della grande poetessa Ninnj Di Stefano Busà su Arnoldo Foà, la cui scomparsa ci ha comunque trovati più che mai impreparati, nonostante la sua tarda età. Quando ci dicono addio artisti di tale livello, come non sentirsi di colpo brutalmente impoveriti? Grazie a te, cara Ninnj, per questa tua testimonianza.

Leave a Reply