images3JRSLBUP

Ripensando (a tempo perso) alle difficoltà attuali della minoranza PD davvero in ordine sparso (voto non voto, questa è casa mia…) per non dire dello “scomunicato” Tosi, comunque in corsa per le regionali in Veneto; e per concludere con la lacerata Forza Italia, mi è venuto in mente, musicalmente parlando e veramente si parva licet, il secondo movimento (minuetto) del mozartiano Ein musikalischer Spass K 522, con le stonature terribili dei fiati volute dalla crudele maestria del Salisburghese (nell’intento di prendere in giro le composizioni sgraziate dei musicisti minori della sua epoca)…immaginando che Renzi, il quale attualmente trae indubbio vantaggio dalle politiche stecche sopra accennate, abbia ascoltato Mozart…

 

 

 

2 Responses to “”

  1. Fiorella D'Ambrosio ha detto:

    Divertente, caro Andrea, l’accostamento che fai -si parva licet componere magnis- delle attuali “politiche stecche” agli errori di armonia, alle dissonanze e imperfezioni che Mozart spiritosamente crea nello “Scherzo musicale”in Fa maggiore K 522 (Minuetto). Divertente e…ardito. Un affettuoso saluto. Fiorella.

  2. andreamariotti ha detto:

    Si tratta come ben sai, cara Fiorella, di un movimento -quello citato di Mozart- musicalmente crudele, come ho scritto; ascoltandolo frequentemente per la sua sovrana ironia, eccolo venirmi in mente a proposito del caos politico al ribasso del Belpaese… Un saluto affettuoso

Leave a Reply