Chieti5 (1)

 

Oggi, 30 agosto 2016, si svolgeranno ad Amatrice le esequie delle tante vittime del terremoto del 24 scorso. Esattamente un anno fa, domenica 30 agosto 2015, mi trovavo nella città reatina in occasione della sagra dei ben noti spaghetti locali, dopo aver toccato in mattinata la croce di vetta del vicino Pizzo di Sevo assieme agli amici. Non visitavo Amatrice da una vita; mostrandosi davvero la cittadina ai miei occhi nel suo aspetto più ridente, un anno fa. Ora soltanto morte e distruzione; e, speriamo, l’inizio di una seria ricostruzione in tempi ragionevoli. Ma quell’idea demenziale (poi rientrata a seguito della protesta popolare) di celebrare i funerali odierni presso l’aeroporto di Rieti! tant’è che mi permetto di riportare qui di seguito un mio tweet scritto ieri sul filo dell’indignazione più accesa e letto da 230 persone all’incirca nel giro di un’ora, evidentemente per aver espresso da parte mia con amaro sarcasmo un pensiero oggetto di sentita condivisione:

I forti pensatori dello svolgimento delle esequie di Amatrice all’aeroporto di Rieti! Sradichiamoli di nostro i parenti, giusto?

 

Andrea Mariotti

Leave a Reply