LO  SCIROCCO  DI  ASSISI

 

Forte soffia carico di bile

nel giorno di Natale questo

vento bastardo che rende

grigie le pietre rosa del Subasio,

vestendo a lutto la città.

Cinesi e giapponesi, in giro: noi

italiani a pranzo oppure morti,

per questa crisi che svuota tasche

e animi…il taxi ferma, diciotto

euro dalla stazione alla basilica

di San Francesco: come punge

nel dì festivo Pietro di Bernardone!

 

poesia inedita di Andrea Mariotti del 25/12/2013

 

p. s. auguri di buon Natale a tutti i visitatori del blog con riserva…di ottimo vino rosso corposo e asciutto (a/m)

 

10 commenti su “

  1. Fiorella D'Ambrosio

    Complimenti, Andrea, per i bei versi -ricchi di umana concretezza e intensità espressiva- della tua inedita poesia “Lo scirocco di Assisi”, da me letta con vivo piacere e grazie degli auguri per il prossimo Natale, che ricambio di cuore, anticipandoti quelli di un Felice Anno Nuovo. Fiorella

  2. andreamariotti Autore articolo

    Ti ringrazio, Fiorella, per le tue parole relative ai miei versi, augurandoti a mia volta di cuore buon Natale e Felice Anno Nuovo

    Andrea

  3. monica martinelli

    Una poesia precisa, essenziale, pungente! Complimenti Andrea per questa bella poesia

  4. andreamariotti Autore articolo

    Grazie, Monica, per questo tuo lucido e caro commento

  5. Iole Chessa Olivares

    Pochissimi sanno capire ed esprimere con la ricchezza dei sensi e della fantasia, quanto vive nella propria mente in un dato momento: tu sei uno di quelli. Complimenti Andrea per tanta bravura.

  6. andreamariotti Autore articolo

    Ti ringrazio profondamente per il tuo significativo commento, cara Iole

  7. andreamariotti Autore articolo

    Tanta mia poesia, cara Iole, come dici benissimo, è per istinto più dalla parte dell’amaro che del dolce…

  8. Franco Campegiani

    Caro Andrea, leggo con ritardo questa tua deliziosa poesia e me ne dolgo. Le ragioni non chiedermele. Potrei tentare di elencarle (a iniziare dall’influenza), ma non servirebbe a nulla. Mi era sfuggita e basta: questa la realtà. Ora che l’ho intercettata, però, non posso fare a meno di godermela, con tutte le finezze contenutistiche e formali di cui è intrisa, lasciandomi investire dall’amara ironia (come al solito) di questo tuo scirocco natalizio carico di bile, indizio di un malessere evidente, seppure pudicamente trattenuto. Grazie per il dono. Ti rinnovo i miei sentimenti augurali, già espressi al telefono.
    Franco Campegiani

  9. andreamariotti Autore articolo

    Ti ringrazio per il tuo commento, caro Franco, augurandoti altresì sereno Anno Nuovo, ché siamo ancora in tempo. Un saluto di viva cordialità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.