MAGGIO

 

ombroso raggio

avevi in tasca

con le bufere di lana

vergine

 

pruriginoso agnello,

presente l’aquila

sei diventato saggio,

un secolare faggio

 

 

Andrea Mariotti, dalla silloge Lungo il crinale, Bastogi, 1998

 

 

 

2 Responses to “”

  1. Fiorella D'Ambrosio ha detto:

    Lirica non facile sia per lo stile che per il contenuto tematico, ma di grande intensità e suggestione. Ogni parola assume un valore simbolico di forte presa emotiva. Molto bello nella sua incisività il distico finale:”…sei diventato saggio, /un secolare faggio”. Complimenti, Andrea. Un caro saluto

  2. andreamariotti ha detto:

    C’è una riscoperta dei propri versi, Fiorella, che davvero non rimanda al narcisismo, bensì semplicemente alla consapevolezza attuale di quanto di buono si ebbe a scrivere nel 1995, vale a dire i versi in oggetto. Con tale sentimento di freschezza autentica li ho pertanto proposti alla lettura qui nel blog. Un caro, affettuoso saluto

Leave a Reply