PIER PAOLO PASOLINI (2 novembre 1975 – 2 novembre 2019)

 

ALLE CAMPANE DI ORVIETO

 

Segno dell’unico dominio, della miseria

assoluta: perché allora così incerte, molteplici,

suonate, campane, nel mattino domenicale?

Nel treno fermo, nella stazione bianca e bagnata

di questa città, chiusa nel suo vecchio silenzio,

voi portate, freschissimo, uno spasimo di vita.

Case, intorno, appartate, strade, prati, palazzi,

passaggi a livello, canali, campi nebbiosi,

sono la materia, non del vostro fugace, intatto suono,

ma di una vostra intima ed eterna dolcezza…

Vuol dire che nel fondo dello spietato potere

c’è una paura vitale, in fondo alla rassegnazione

un potere misterioso, e felice, di vita?

 

P.P. PASOLINI, dalla RELIGIONE DEL MIO TEMPO, 1961

 

 

Leave a Reply